Zimbabwe

Ex colonia inglese, lo Zimbabwe ha ottenuto l’indipendenza nel 1980. Da quell’anno è asceso al potere Robert Mugabe. Ufficialmente è una repubblica presidenziale, in realtà è uno stato dittatoriale. In questi anni il paesi ha avuto un tasso di inflazione tallente alto che hanno dovuto eliminare la loro moneta, sostituita dal dollaro USA e dal rand Sudafricano.

L’emergenza sanitaria è sempre al limite, con epidemie di colera (2008), alta incidenza di AIDS, malaria e la vita media si è abbassata dai 60, all’inizio del XXI secolo a 37 di oggi.

Io ho potuto lavorare nel 2014 in una Missione gestita dall’ASI (Associazione sanitaria internazionale), che ha un progetti avviati a St. Albert, villaggio a 200 Km dalla capitale Harare.
Un Ospedale con 140 posti letto, 30 infermieri e 3 medici, permette di dare assistenza a tutto il territorio limitrofo, le cui abitazioni sono capanne, senza acqua corrente, né elettricità.
Il bacino di acqua potabile, presente grazie a un potabilizzatore, permette alla popolazione del distretto e soprattutto dell’ospedale, di evitare epidemie, sopratutto di colera e tifo.
Oggi, per mantenere quanto realizzato è fondamentale la formazione dei manutentori e l’istruzione sulla conservazione delle risorse idriche. 
Gli ingegneri italiani si recano nel paese ogni anno per continuare i lavori e per istruire tecnici locali.
Un attrezzato reparto maternità assiste le donne incinte fin dalla loro ultima settimana di gestazione, abbattendo così la mortalità di madri e figli.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail